Sacchetti biodegradabili e...

Ieri sulla mia pagina Facebook ho espresso una parte della mia opinione che riporto anche qui, sulla "questione" delle polemiche sui sacchetti biodegradabili, aggiungendo in serata poi il mio intervento audiovideo, per cercare di completare il senso delle cose, dal mio punto di vista.

RADIOVIDEOBLOG (4 Gennaio 2018)

Oggi e in questi giorni, sui social e non solo, in molti si stanno lamentando, superficialmente ed egoisticamente, per i pochi centesimi dovuti sui sacchetti di plastica biodegradabile in vigore dall'inizio del nuovo anno 2018, (spero siano realmente biodegradabili) mentre ce ne infischiamo alla grande, dei gravissimi effetti disastrosi, di cui anche ognuno di noi, dovrebbe sentirsi coinvolto e responsabile, per non aver contribuito a limitare e a contenere il danno del provocare il fenomeno di inquinamento con la formazione di nuove isole di plastica indistruttibile, in mezzo al mare del pianeta in cui viviamo. Alè !

QuI un interessante intervento di  sull'ISOLA DI PLASTICA
Geologa e ricercatrice presso l'Istituto di Scienze Marine (ISMAR-CNR) di Bologna dove si occupa di geologia marina. I suoi interessi principali sono lo studio dei margini continentali e la geologia dei terremoti sottomarini.

Contro il raddoppio del ticket notturno in farmacia.

RADIOVIDEOBLOG - Con RadioVideoBlog, ho voluto riprendere la notizia circolata oggi, sulla decisione del Consiglio dei Ministri, di raddoppiare il costo del ticket dovuto per il sefvizio di farmacia notturna, un costo pesante che ricade sulle fasce più deboli costrette nei momenti di emergenza a doversi rivolgere a questo particolare servizio (ex sociale?)

" Raddoppiano le tariffe per l’acquisto dei farmaci nelle farmacie in orario notturno: il supplemento passa da 3,87 euro a 7,50. La novità è prevista dal decreto ministeriale del 22 settembre, pubblicato in gazzetta ed in vigore dal 9 novembre, come rileva Federfarma. Il sistema di tariffe non era stato adeguato da 25 anni. Il supplemento è di 10 euro per le farmacie rurali sussidiate (in comuni con meno di 3mila abitanti). Per le farmacie urbane e rurali non sussidiate (nei comuni con meno di 5mila abitanti), per le «dispensazioni di medicinali durante il servizio di turno notturno a battenti chiusi o a chiamata - informa Federfarma - è prevista l’applicazione di un diritto addizionale pari a euro 7,50». "
Continua a leggere dalla fonte diretta dell'informazione: La Stampa