A Locate oggi, Puliamo il Mondo 2016, con i (pochi) bambini/e...

 Tanto per non perdere la solita occasione, fornita peraltro sul solito piatto d'argento, vista lo scarso impegno pubblico per cercare di coinvolgere un maggior numero di partecipanti, all'iniziativa annuale di Puliamo il Mondo, promossa e sostenuta dall'Associazione ambientalista Legambiente, non può passare inosservata anche quest'anno, la scarsissima partecipazione e coinvolgimento attivo, all'iniziativa, di cui si proponeva dalla locandina che si confondeva fra altre ripetitive (per la scelta della grafica e dei colori) di pulire i parchi cittadini di Locate.
Un plauso meritato va certamente espresso a quei bambini e ai loro genitori che oggi, hanno partecipato alla manifestazione, con pettorina e cappellini colorati. Al loro entusiasmo e alla loro voglia di partecipare, nonostante purtroppo non superavano la decina di partecipanti, fra i bambini accompagnati dai loro genitori.
Purtroppo non ci si può evitare invece la meritata critica negativa a chi ne doveva essere organizzatore attivo e promotore sul campo, nel nostro Comune.
Alla richiesta sul come mai, non era presente la delegazione della Protezione Civile, come al solito per il loro supporto alla sicurezza sulla strada e nei parchi, da uno dei volontari mi è stato risposto che purtroppo sono stati avvertiti soltanto nella giornata di sabato 24 settembre e per motivi di impegni personali, non hanno potuto dare la loro adesione materiale, resta invece soltanto l'adesione simbolica nella citazione propagandistica sul manifesto comunale.
Mentre era presente a supporto dell'iniziativa, un lavoratore della Cooperativa il Giardinone, anchessa fra gli sponsor dell'iniziativa, svoltasi oggi a Locate, insieme ad alcuni operatori della Cooperativa Arti e Mestieri che gestisce il Centro Giovani Comunale.
Nota finale, che riporto anche attraverso il collage fotografico, con quel cartello segnaletico che indica il parco di via Moro, Bellini, Pellico, come il Parco dell'allegria, peccato che rimane lì a terra nell'aiuola, fra incuria e abbandono, a disposizione di malintenzionati, da oltre un mese e mi risulta che qualche concittadino/a lo abbia anche segnalato attraverso l'applicazione in uso dalla nostra Amminsitrazione Comunale.
Comunque, di quella situazione, ne ho messo al corrente personalmente e direttamente, anche l'assessore all'ambiente Diego Torriani, che stamane partecipava all'iniziativa Puliamo il Mondo 2016, sperando che l'intervento per la sua rimozione, possa avvenire con urgenza, nel più breve tempo possibile.

 

Sul raddoppio della linea ferroviaria, Milano - Pavia.

Mentre nei giorni scorsi è stato varato dalla Regione Lombardia il Programma Regionale Mobilità e Trasporto, si apprendono alcuni punti del programma dal quotidiano on line della Provincia pavese, nello specifico la parte rigrardante il raddoppio dei binari sulla linea Milano Pavia, dall'articolo si apprende che, il quadruplicamento dei binari sarà realizzato a partire dalla nuova stazione ferroviaria di Pieve Emanuele verso Pavia, per consentire il potenziamento della linea S13, lasciando sull'altra coppia di binaria la possibilità di far viaggiare i convogli ferroviari alla velocità di 200 chilometri orari.
Al momento non è del tutto chiaro se la promessa di miglioramento e potenziamento del servizio di trasporto pubblico avrà un reale e concreto miglioramento, anche perchè il programma di investimento sui progetti riguarderà i prossimi vent'anni (20).
Insieme al collegamento all'articolo integrale pubblicato dal sito della Provincia Pavese, si allega anche il link al video realizzato da Iolanda Nanni, portavoce regionale del Movimento 5 Stelle che segnala in maniera originale la critica al Programma Regionale della mobilità e trasporto varato dalla Regione Lombardia.

Quì l'articolo integrale di Paolo Fizzarotti della Provincia Pavese. (23 Settembre 2016)

Si riporta inoltre, uno stralcio del commento della portavoce del Movimento 5 Stelle in Consiglio Regionale, Iolanda Nanni condiviso dalla sua pagina facebook, a proposito dell'approvazione del Programma Regionale Mobilità e Trasporto:

Si è chiusa ora l'Aula del Consiglio Regionale: la maggioranza ha APPROVATO il Piano di Mobilità e Trasporti che destina il 95% delle risorse regionali disponibili ad autostrade inutili e devastanti, progetti anacrostici e non supportati da flussi di traffico coerenti con i dati di oggi. SOLO IL 5% - RIPETO - SOLO IL 5% al TRASPORTO PUBBLICO LOCALE! Bocciati i nostri emendamenti per stralciare l'autostrada Broni-Mortara, la Vigevano-Malpensa e molte altre opere INUTILI, bocciati i nostri ordini del giorno che chiedevano di rivedere i progetti delle grandi opere (alcuni vecchi di 30 anni!) alla luce delle attuali esigenze reali dei cittadini lombardi, dello stato di grave inquinamento della Lombardia, BOCCIATA persino l'introduzione del DEBAT PUBLIC, uno strumento in vigore da un decennio in Francia che prevede la PARTECIPAZIONE DEI CITTADINI AI PROCESSI DECISIONALI sulla realizzazione delle grandi opere.

 

Per una discussione pubblica...

La Delibera di Giunta discussa ed approvata lo scorso mese di luglio 2016, con la ripubblicazione parziale sull'albo pretorio on line il 24 Agosto 2016, merita di non passare inosservata, visto che si prefigge di incrementare ulteriormente la spesa, per il completamento di quell'opera pubblica assurda, ancora in fase di cantiere dismesso e che ha visto l'inizio di quei lavori, da oramai oltre dieci anni, merita di non passare inosservata ma sopratutto merita una discussione pubblica e partecipata, per non rimanere indifferenti di fronte allo scempio visibile attualmente in quell'area.
In un Comune che, negli anni ha fatto della partecipazione dei Cittadini una bandiera da sventolare con l'orgoglio un po' frustrato da parte di chi poi doveva constatare che la partecipazione avveniva su scelte già decise dagli “addetti ai lavori”.
Di fronte alla prospettiva di vedere impegnato ulteriore denaro per un opera pubblica, bocciata peraltro in una fase di collaudo, dovrebbe essere doveroso non rimanere distaccati e indifferenti, come se il problema non ci riguardi.
Invito alla lettura della Delibera di Giunta pubblicata lo scorso 24 agosto, per avere una visione diretta sull'argomento e basti ricordare quel foglio informativo distribuito dal Comune nella scorsa estate che ci mostrava la nuova fase prevista per quell'ex “nuovo” Centro Sportivo di via Corso, noto anche come l'anguriera di via Carso.
Far sapere che l'impegno di spesa ulteriore viene concordato con i signori dell'outlet, non è un buon motivo per tranquillizzarci, forse sarebbe stato più utile affidare i lavori di ampliamento dei servizi scolastici, ai signori dell'outlet, vista l'urgenza della loro necessità.
Pagare ancora  un mutuo per quell'ex “nuovo” Centro Sportivo e prevedere altro denaro da impegnare per la realizzazione di quella cattedrale nel deserto, merita oggi una concreta e reale attenzione e partecipazione dei Cittadini anche con una discussione aperta e pubblica.
Con queste motivazioni il ppromotore di LocateViva.it, propone l'organizzazione di una iniziativa pubblica, a cui invita tutti coloro che sono sensibili a questa tematica, a parteciparvi insieme attivamente per il suo svolgimento prossimamente a Locate T..

 

Il 9 Ottobre andrò alla PerugiAssisi... (ma senza sponsor).

Anche oggi, in linea ed in coerenza, con la pratica dell'esercizio del diritto democratico alla critica, a cui probabilmente dalle nostre parte inizia ad infastidire a qualcuno, visto che se ne è avuto modo di ascoltare il fastidio, espresso anche nel corso della manifestazione in pompa magna, per l'inaugurazione di piazza della Vittoria domenica scorsa 18 Settembre, per non perdere il vizio mi soffermerò sù una forse piccola questione ma, meritevole di segnalazione attraverso questo piccolo spzio di partecipazione civica attiva.
Anche quest'anno l'Amministrazione Comunale, promuove e sostiene (giustamente) anche attraverso un contributo economico (come nel 2014), la partecipazione alla Marcia per la Pace PerugiAssisi che si svolgerà domenica 9 Ottobre 2016, una iniziativa che viene proposta attraverso il manifesto visibile sulle strade del paese e anche qui riportato.
La nota che trovo stonata, sù cui mi permetto non solo di criticare ma anche di contestare, scegliendo di partecipare in maniera alternativa, alla proposta del viaggio in pulman in partenza da Locate, si basa sul fatto che anche quest'anno, sul manifesto che promuove l'iniziativa dedicata alla Pace, si inserisce la sponsorizazione della “ditta” o “cooperativa” che gestisce il servizio per la refezione scolastica delle scuole di Locate, ditta o cooperativa che da poco si è aggiudicata il rinnovo dell'appalto di questi servizi, con la differenza che a differenza del passato, il suo rinnovo avrà una durata di dieci anni.
Cosa abbastanza singolare per un servizio che meriterebbe quell'attenzione necessaria, su cui non vi dovrebbero essere vincoli per un tempo così lungo, anche se è da decenni che la stessa “ditta” o “coopertiva” svolge questo servizio per il “nostro” Comune.
La stessa sponsorizzazione per una manifestazione così importante e di valore, è avvenuta anche per la manifestazione del 2014, fra l'altro la sua “offerta” del pranzo al sacco, meriterebbe altre parole a commento, sulla quantità e sulla qualità.
Inoltre, visto che questa “sponsorizzazione” si ripropone pubblicizzandola sui manifesti comunali, non si comprende come mai, il costo della partecipazione per il viaggio in pulman, sia aumentato dai 45 euro del 2014 ai 50 euro per la marcia di sabato 9 ottobre 2016, proponendo il viaggio con il solito operatore di autolinee private locali. Personalmente e per convinzione profonda da Cittadino italiano, andrò alla manifestazione del 9 Ottobre, parteciperò anche quest'anno con piena convinzione, alla marcia per la Pace PerugiAssisi, in maniera alternativa al viaggio in pulman con lo sponsor, beneficiato dai nostri “addetti ai lavori” con la gestione dei servizi di ristorazione scolastica per i prossimi dieci anni.