L'articolo di Roberto Caravaggi da: "l'eco", sulla petizione per via Cavalli

Click'a quì per la leggibilità ingrandita della copia dell'articolo di Roberto Caravaggi da l'eco del 6 Luglio 2016, dedicato alla petizione cittadina per la raccolta delle firme a sostegno della richiesta di modifiche migliorative alla viabilità in accesso ed uscita dal quartiere di via Rinaldo Cavalli.

Anche nell'ultimo numero del periodico di informazione locale, si è parlato della petizione con raccolta di firme, a sostegno della richiesta dei Cittadini di Via Rinaldo Cavalli a Locate T., per richiedere a tutti gli "addetti ai lavori" preposti alle soluzioni, di riconsiderare la viabiità del quartiere che, in occasione dell'apertura del grande outlet nel prossimo autunno, se non accolte, provocheranno notevoli disagi ai cittadini residenti nel quartiere. Visto che sono notevolmente visibili, gli accorgimenti viabilistici, per agevolare l'accesso per coloro che si recheranno al nuovo centro commerciale di Locate Triulzi, appare anche ragionevole che ci si faccia carico di produrre ulteriori disagi ai nostri concittadini che risiedono al di là del tracciato ferroviario della linea Milano - Genova.

Per la raccolta delle firme sulla mobilità di via Rinaldo Cavalli

CLICKA QUI PER ACCEDERE AL VIDEO CON L'INTERVENTO DELLA SIGNORA LUIGIA LAURO

Si propone l'intervento della nostra concittadina, signora Luigia Lauro, a sostegno della petizione con raccolta delle firme, per chiedere a tutti gli "addetti ai lavori" interventi migliorativi e correttivi, riguardanti l'attuale viabilità sul nostro territorio e in particolare per quanto riguarderà, la situazione dei residenti di via Rinaldo Cavalli, che a causa di una scelta a totale interesse del futuro Grande Outlet, li vederà penalizzati in particolare nelle occasioni di garnde affluenza verso il futuro centro commerciale a Locate T..
La petizione è stata attivata domenica mattina, 26 Giugno 2016, e proseguirà nelle prossime giornate, maggiori e piu precise informazioni si possono consulatre sulla pagina facebook dei Cittadini per Locate, per chi non potrà sottoscrivere nelle giornate dell'iniziativa, potrà richiedere di poter firmare, concordando l'appuntamento con i promotori della petizione cittadina per la richiesta di modifiche e miglioramenti alla mobilità.

"Prevenire è meglio che curare !"

Attivo da oggi, il gazebo per la petizione cittadina...

OCCORRE UNA FIRMA,
PER CHIEDERE UN MIGLIORAMENTO
E UNA MODIFICA DELLA VIABILITA'
(PRO OUTLET)
PER IL QUARTIERE DI LOCATE,
DI VIA RINALDO CAVALLI.
PER LA DIFESA DELLA QUALITA' DELLA VITA !

Da stamane, domenica 26 Giugno è stato attivato un gazebo ed è partita l'iniziativa per la raccolta delle firme sulla petizione cittadina che chiede degli interventi concreti e reali, per la difesa della qualità della vita dei Cittadini di Locate ed in particolare di coloro che sono residenti nel quartiere a nord della ferrovia, in via Rinaldo Cavalli che, con la futura apertura del Grande Outlet di Locate, si vedono penalizzati in quanto non state prese in considerazioni le richieste per una viabilità, che non li porti a dover subire le conseguenze negativde che conseguiranno alle giornate di grande traffico verso il centro commerciale in fase di realizzazione.
In giornata, sarà pubblicato l'intervento audiovideo integrale, da parte di una nostra concittadina, fra i promotori attivi della petizione cittadina per la raccolta delle firme, a sostegno delle giuste richieste dei Cittadini di Via Cavalli di Locate T., la signora (prof.) Luigia Lauro.

A questo proposito si aggiunge che oggi, domenica 26 Giugno 2016 è iniziata ed è partita pubblicamente sul nostro territorio, l'iniziativa per la raccota delle firme, che proseguirà nei prossimi giorni, sia sulle strade di Locate che su richiesta da parte della cittadinaza rivolta  ai promotori del gazebo che hanno dato la disponibilità a raggiungere tutti coloro che non possono o non riescono a firmare nei gazebo pubblici.

Si ricorda inoltre che per il prossimo mese di settembre 2016, sarà indetta e organizzata una grande assemblea pubblica, per poter discutere apertamente ed in maniera diretta, di tutte le problematiche sorte dalla presentazione del progetto per il Grande Outlet alla imminente attivazione del nuovo Centro Commerciale del Sud Milano.

Altri 16 Alberi eliminati e sacrificati al progresso (?)

Al di là del comunicato dell'Amministrazione Comunale, che rassicura sulla sostenibilità ecc. ecc. ecc. e sull'impegno di ripiantare lo stesso numero di alberelli che, oggi sono stati sacrificati per permettere alla Vivenda, vincitrice dell'appalto per la gestione delle mense di Locate T. e Pieve Emanuele, di realizzare l'ampliamento degli spazi ad uso refettorio e cucina, resta la nota dolente che a Locate, da tempo non ci si fa scrupoli a liberarsi degli alberi, per permettere l'attuazione di scelte che, probabilmente sono arrivate in ritardo rispetto alle esigenze nuove che, non sono spuntate all'improvviso ma conseguenze di un percorso che dura da tempo.
E per fortuna che il nostro Comune si dota, oltre che di uno staff o ufficio stampa, che sarebbe interessante poter conoscere quanto costa alle casse comunali, anche di un assessore all'ecologìa che probabilmente sarà oberato dall'impegno, per la gestione dell'Amministrazione Comunale, al punto di non riuscire ad impegnarsi per una scelta che avrebbe potuto risparmiare l'ennesimo scempio di quei sedici Alberi che non daranno piu da domani, le stesse risorse ambientali, naturali e postive, che hanno invece assicurato in questi anni, ai bambini e alle bambine che nelle belle stagioni, utilizzavano con piacere, quegli spazi all'aperto sotto l'ombra di quelle importanti e necessarie risorse ambientali naturali.

INGRANDISCI PER LA LETTURA DEL TESTO NEL COLLAGE FOTOGRAFICO

Il sito di LocateViva.it aderisce ed invita a firmare la petizione

Il sito di LocateViva.it invita a sostenere concretamente con la propria firma, la petizione per chiedere di ascoltare la cittadinanza residente in via Rinaldo Cavalli, per ottenere quelle modifiche necessarie a non rendere infernale la vita quotidiana di chi vive nel quartiere già penalizzato dalle scelte degli amministratoro pubblici che si sono succeduti a Locate, con la costrizione a lunghe percorrenze in automobile per accedere al centro cittadino, per quelle necessità quotidiane di normale uso come, la farmacìa, gli ultimi negozi rimasti, la parrocchia, ed altri importanti servizi come l'Ufficio Postale, le scuole primarie, ed altri motivi di accesso che verranno ulteriormenti resi difficoltosi con la nuova pianificazione viabilistica che ha reso come priorità, l'accesso al nuovo centro commerciale che sta sorgendo sulle aree dismesse di Saiwa e Siva.
Non è mai troppo tardi, per pretendere dai nostri amministratori pubblici, nel rapporto con gli operatori del Grande Outlet, l'importanza del rispetto dei diritti della cittadinanza di Locate T., un diritto che la nuova viabilità, sta invece ignorando e rendendo prioriatrio l'accesso privilegiato al nuovo centro commerciale a chi arriverà a Locate T. in automobile. La campagna propagandistica che indica l'utilizzo della linea ferroviaria di Trenord con la S13, per accedere al centro commerciale, appare piuttosto velleitaria e siperficiale, mentre sappiamo benissmo cosa accadrà, principalmente nelle giornate di apertura della nuova iniziativa commerciale, se non vogliamo ignorare quanto è accaduto nella zona di Arese sulle aree dismesse dell'ex Alfa Romeo.
Finalmente sono state smontate visibilmente, le promesse del piu grande centro commerciale, in prossimità di una grande metropoli, altresì appaiono abbastanza poco credibili le dichiarazioni, sull'utilizzo della suburbana S13, visto che si sta realizzando un parcheggio a raso di c.a. 4000 (quattromila posti auto) con un ulteriore parcheggio multipiano.
Non è difficile immaginare quello che accadrà nelle giornate di richiamo, per gli effetti negativi che provocherà l'incremento del tradffico automobilistico sulle strade del nostro territorio.

Quindi si invita a firmare e a sostenere la petizione proposta dai nostri concittadini residenti in Via Cavalli e non si tratta soltanto di un gesto di Solidarietà attiva, in difesa della qualità della vita per quel quartiere di Locate e dei suoi residenti ma, di una unione cittadina per chiedere ed ottenere quei miglioramenti richiesti e ignorati, per una migliore viabilità sulle strade del nostro territorio, al di là degli interessi degli operatori del nuovo Grande Outlet City Style, sulle aree dismesse di Saiwa e Siva.