Puliamo il Mondo 2017.

Dal sito web dell'Associazione per il Parco Sud:

Puliamo il Mondo: 22, 23 e 24 settembre uniamo le forze per restituire bellezza e dignità ai luoghi che amiamo

19 settembre 2017

“Il 22, 23 e il 24 settembre migliaia di volontari lungo tutta la Penisola metteranno a disposizione della comunità il loro tempo per riqualificare spazi comuni sporchi e trascurati: torna Puliamo il Mondo, la storica iniziativa di volontariato ambientale nata in Australia e organizzata in Italia da Legambiente in collaborazione con la Rai.
Come ogni fine estate durante l’ultimo week-end di settembre i circoli territoriali di Legambiente insieme a numerosissime scuole, associazioni, comitati di quartiere, comuni, organizzano tre giornate di pulizie generali per liberare dai rifiuti abbandonati centri storici, strade e piazze di periferia, stazioni, parchi urbani.
Spazi resi inospitali dall'incuria e dalla maleducazione torneranno a vivere grazie ad uno straordinario sforzo collettivo. (...)

La nostra associazione sarà impegnata in quella di Porto di Mare, un angolo di Milano...”

(La locandina)

Fonte:
Associazione per il Parco Sud

Avviso Agicom sulle compagnie telefoniche.

E' apparsa oggi attraverso varie testate giornalistiche nazionali, la notizia del comunicato emesso dall'Agicom (Autorità per le garanzie nelle comunicazioni) contro il metodo utilizzato dalle diverse compagnie telefoniche, sul pagamento a 28 giorni, approfittando in questo modo di guadagnare un mese in più rispetto all'anno fatto di dodici mesi.
LocateViva.it, propone anche da questo spazio di Partecipazione Civica Attiva, il comunicato dell'Agicom:

"AGCOM: SANZIONI AGLI OPERATORI DI TELEFONIA CHE NON RISPETTANO L’OBBLIGO DI CADENZA MENSILE DELLA FATTURAZIONE"

" L’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, relatore il Commissario Francesco Posteraro,ha deciso di avviare procedimenti sanzionatori nei confronti degli operatori telefonici Tim, Wind Tre, Vodafone e Fastweb per il mancato rispetto delledisposizioni relative alla cadenza delle fatturazioni e dei rinnovi delle offerte di comunicazioni elettroniche.

Al fine di garantire massima trasparenza e confrontabilità dei prezzi vigenti, nonché il controllo dei consumi e della spesa garantendo un’unità standard (mese) del periodo di riferimento delle rate sottostanti a contratti in abbonamento per adesione, con la delibera 121/17/CONS l’Autorità aveva infatti stabilito nel marzo scorso che per la telefonia fissa e per le offerte convergenti l’unità temporale per la cadenza delle fatturazioni e del rinnovo delle offerte dovesse avere come base il mese o suoi multipli. Al termine delle verifiche effettuate da Agcom,è risultato che gli operatori menzionati non hanno ottemperato alla delibera dell’Autorità.

Agcom sta inoltre valutando l’adozione di ulteriori iniziative, anche per evitare che le condotte dei principali operatori di telecomunicazioni possano causare un effetto di trascinamento” verso altri settori, caratterizzati dalle stesse modalità di fruizione dei servizi."

(Roma,14 settembre 2017)

Quì il comunicato stampa originale dell'Agicom.

Una firma per la difesa del suolo !

Mancano ancora soltanto poche ore, per sottoscrivere la petizione ambientale europea per la difesa del suolo, mentre proprio in queste ore si sta assistendo all'ennesima tragedia annunciata del Bel Paese, provocata dalla devastazione ambientale, derivata dalle cementificazioni selvagge unite oggi ai cambiamenti climatici che ci stanno mostrando tutti gli effetti catastrofici a cui stiamo andando quotidianamente incontro.
Anche se purtroppo in ritardo, anche LocateViva.it aderisce e sostiene la petizione promossa da diverse Associazioni che si impegnano e occupano della difesa ambientale.
Si condivide inoltre uno stralcio dell'intervento pubblicato sul sito web dell'Associazione per il Parco Sud che invita a sottoscrivere la petizione:

EMERGENZA SALVA IL SUOLO

( Clicca il link per poter firmare la petizione)

Disastri e morti annunciate frane, alluvioni, terremoti non frenano il cemento: firmate

...C’è tempo solo fino al 12 settembre per firmare l’appello su salvailsuolo.it e chiedere finalmente all’Europa una legge sul suolo che ci protegga da nuove catastrofi e da un futuro incerto. Questa è la più grande iniziativa portata avanti dalle principali associazioni italiane ed europee a tutela di ambiente e cittadini
L’Italia sta consumando ogni giorno il suo bene più prezioso: il suolo. Il bene ambientale da cui tutti noi dipendiamo per ricavare cibo, salute, protezione, è sotto continua minaccia a causa dello sfruttamento selvaggio. Solo salvando il nostro suolo possiamo impedire nuovi disastri ecologici, alluvioni, frane, contaminazioni. E impedire che la cementificazione prosegua come nei decenni passati, senza riguardo per le risorse naturali e mettendo a rischio la sicurezza e la vita delle persone. Serve una legge che tuteli il suolo, subito, non possiamo aspettare ancora.
Per impedire l’ennesima catastrofe ambientale
Dobbiamo impedire la cementificazione del nostro territorio, perché cementificare equivale a impermeabilizzare il suolo, cioè privare il suolo di una delle sue funzioni più preziose, quella di trattenere le acque, delle piogge come dei nubifragi, sempre più frequenti anche a causa dei cambiamenti climatici. E soprattutto dobbiamo smettere di costruire a ridosso dei corsi d’acqua. O addirittura sopra i fiumi e i torrenti, come avvenuto Milano, in cui quasi ogni anno il torrente Seveso risorge dai tombini, o a GENOVA, città che ad ogni evento atmosferico deve fare la conta di danni e, spesso, anche di vittime, come avvenuto per l’alluvione del 2011 e per quelle del 2014. E purtroppo la conta delle vittime in questa città è drammatica: sono quasi 100 le vittime di alluvioni negli ultimi cinquant’anni. Ma è assurdo prendersela con Giove Pluvio: non sono vittime del maltempo, ma vittime del cemento.” ...

(Associazione per il Parco Sud onlus)

 

Una bella notizia per il Parco Sud.

Dal sito dell'Associazione per il Parco Sud si riprende e si condivide questo post che riguarda una scelta importante in difesa dell'ambiente:

"Porto di Mare: assegnato a Italia Nostra anche il boschetto della droga di Rogoredo..."

" Da non credere: Porto di Mare, un angolo di Milano fino a ieri occupato da abusivi e spacciatori, pur nel suo stato di degrado, offre scorci di natura magnifici, impensabili nella frenetica città metropolitana. A guidarci (noi dell'associazione e altre persone) in questa scoperta è stato, ieri -pur sotto la incessante pioggia del tardo pomeriggio- Silvio Anderloni, direttore del CFU-Centro Forestazione Urbana di Italia Nostra, associazione cui il comune di Milano ha affidato il recupero dei 65 ettari dell'area (leggi sotto). Un'area di proprietà del Comune che, il 24 settembre prossimo, sarà riempita da volontari di Puliamo il Mondo (iniziativa di Legambiente), che si incontreranno alle ore 9 al parcheggio di via Fabio Massimo. Noi ci saremo. Venite anche voi? Intanto, vi ricordiamo l'urgenza (mancano pochi giorni alla scadenza) e l'importanza di firmare l'appello "Salviamo il suolo": entra nel sito. Ci vuole la carta di identità." ...

Continua a leggere l'articolo integrale, direttamente sul sito dell'Associazione per il Parco Sud.

Il mio impegno continua.

Questo spazio di Partecipazione Civica e Attiva, continua a vivere...

Nonostante abbia scelto di trasferirmi da Locate, questo spazio continuerà a vivere e ad essere aggiornato, non con lo stesso ritmo abituale ma, probabilmente con altri tempi ed argomenti, sicuramente più generali, anche se quelli particolari local global, non mancheranno fra le pagine del sito di LocateViva.it.
Il proliferare di spazi locali, che oggi sono presenti e attivi in rete e che ripropongono gli stessi argomenti su cui per anni LocateViva.it è stata impegnata, rendono quasi del tutto inutile da parte di questo spazio, il continuare a riproporre quanto invece è rintracciabile fra le innumerevoli pagine di facebook, con aggregate tifoserie di ogni genere.
Non avrò certamente altre occasioni per “sputtanare” chi già si era sputtanato, o ripetere all'infinito delle promesse mancate o fallite, da parte degli “addetti ai lavori" nostrani, ovvero del paese da cui ha preso il nome, prima la Lista Civica di LocateViva, poi questo spazio, il sito con lo stesso nome ma oggi con altre e nuove potenzialità che, non sono mai state, quelle di lucrare, voti o interessi particolari e personali, come qualche imbecille, o semplicemente “ignorante” ha spesso accusato gratuitamente, il promotore di LocateViva.it che, non accettando squallide provocazioni di bassa lega, ha sempre restituito in questo modo al mittente, simili stupidaggini interessate al volere la chiusura o il silenzio di questa voce e spazio libero.
Ho scelto di lasciare come luogo di abitazione, il luogo da cui ha preso il nome il sito ma, non ho scelto di restare in silenzio o di abbandonare le tematiche che mi hanno sempre interessato, partendo da quello che per alcuni resta forse uno slogan incomprensibile, quello della Partecipazione Civica e Attiva ma, appunto visto che molti altri con altrettanto gusto e passione per il Senso Civico, si sono fatti promotori di nuovi spazi di interesse locale, ho scelto ora di continuare le mie passioni da luoghi diversi ma non necessariamente estranei ad argomenti che sono e restano di interesse generale e aggiungo, forse mai come ora, iniziando dalla difesa del nostro ambiente, che non è e non resta soltanto il ristretto spazio del nostro orticello, culturale o politico.
Penso che il tema della Pace e della Guerra, con le conseguenze devastanti del terrorismo, alimentato dal proliferare delle guerre sul nostro pianeta, così come quella che sta, purtroppo, diventando un abitudine al sistema o ai sistemi della corruzione che nasce dai piccoli intrallazzi per espandersi alle cose che pensiamo più grandi di noi, possano e debbano continuare ad essere argomenti su cui bisogna continuare a porre l'attenzione, parlandone, discutendone, per non lasciare al silenzio, la responsabilità di rendersi complici.
Penso che il tema della difesa ambientale, sia oggi ancora più che ieri, l'argomento che deve diventare dominante nel nostro agire quotidiano, partendo dalle piccole cose, per essere consapevoli di poterci rendere utili anche sulle tematiche più grandi.
Penso che continuerò ad usare questo spazio, per dare visibilità alle passioni che da sempre mi hanno portato ad essere quello che sono, semplicemente un Cittadino che si ritiene ancora un Soggetto e non invece un oggetto da poter utilizzare nelle cose della nostra vita quotidiana.
Parlerò e scriverò ancora delle cose di Locate, quando ne avrò motivo ed occasione, parlerò,scriverò e darò spazio e voce, anche a tutte quelle cose che parlano o sanno di Poesia e non mi importa nulla degli insulti gratuiti e delle minacce ricevute, semplicemente per aver regalato il mio tempo e dato visibilità e spazio, alle piccole cose di interesse locale, attraverso il sito di LocateViva.it.

Con l'occasione saluto tutti gli Amici, di Locate e non solo, che in questi anni, hanno supportato e condiviso, il mio piccolo impegno di Partecipazione Civica Attiva, in difesa del territorio del Parco Agricolo Sud Milano, e non solo.

Ciao
Enzo